Tante idee in cucina per i prodotti contenuti nel vostro BIOBOX

 

Crocchette di patate e asparagi / Sformato di patate e asparagi

Ingredienti per 4 persone: 1 mazzo di asparagi, ½ kg di patate, 1 piccolo porro, 1 uovo, olio extravergine di oliva, 2-3 cucchiai di parmigiano reggiano, pangrattato, sale, olio per friggere.

 

PREPARAZIONE:
Tagliare a pezzetti la parte tenera degli asparagi e il porro a rondelle sottili.

Rosolare a fuoco lento per 10 minuti, aggiungere un po’ di latte e aggiustare di sale.

Lessare a parte le patate, schiacciarle con la forchetta, unirlo agli asparagi e porro, aggiungere l’uovo, il parmigiano fino ad ottenere un impasto ben sodo.

Per le crocchette: dividere l’impasto in crocchette, passarle nel pangrattato e friggere in abbondante olio.

Per lo sformato: stendere il composto con uno spessore di 2 cm, cospargere con qualche fiocchetto di burro, una spolverata di parmigiano e semi di sesamo. In forno caldo 200° per 20 min.


Risotto con asparagi

Ingredienti per 4 persone: 1 mazzo di asparagi, 1 porro (o 1 cipolla), 300 gr di riso (arborio, parboiled o integrale), sale, olio extravergine di oliva, ½ bicchiere di latte, 3 cucchiai di parmigiano reggiano, 1 noce di burro.

 

PREPARAZIONE:
Tagliare a pezzetti la parte tenera degli asparagi e il porro a rondelle sottili.

Rosolare a fuoco lento per 10 minuti, aggiungere un po’ di latte e aggiustare di sale.

Lessare a parte il riso al dente, unirlo agli asparagi completando la cottura.

A fuoco spento mantecare con il parmigiano e una noce di burro.

Lasciar riposare 5 min e servire.


PALTA REINA (antipasto cileno a base di avocado)

avocado

 

Per 4 persone: 2 avocado maturi, succo di limone, 200 gr tonno sott'olio, 250 gr maionese, gamberetti per decorare (o in alternativa ravanello tagliato a fettine sottili).

 

 

Tagliare l'avocado nel senso della lunghezza e togliere il nocciolo. Bagnare l'avocado col succo di limone perchè non annerisca

Frullare insieme maionese e tonno

Riempire il vuoto lasciato dal nocciolo con la crema di tonno e maionese

Decorare con gamberetti o disponendo le fettine di ravanello a raggiera

Servire con vino tipo prosecco ben fresco.

 

INSALATA DI CAVOLO CINESE

 

Dosi per 4 persone: 1 cavolo cinese, 1 finocchio, 1 mela, 1 cucchiaio di sesamo tostato, olio extravergine di oliva, sale (o shoyou) e 1 vasetto di yogurt bianco (a piacere).

 

Togliere se necessario 1-2 foglie esterne al cavolo cinese e affettarlo molto sottilmente;

aggiungere il finocchio privato delle foglie esterne e tagliato a dadini (o fettine molto sottili) e la mela sbucciata e tagliata anch'essa a dadini.

Condire con sale (o shoyou), olio, unire il sesamo e lo yogurt, mescolare accuratamente e servire subito.

Tempo di preparazione: circa 10 minuti. P.S. Il cavolo cinese può essere sostituito dal cavolo verza affettato sottilissimo.

 

BIETOLA (O CICORIA) E PATATE ALLA CALABRESE

 

Ingredienti: 500gr patate, 500gr bietola (o cicoria), olio extravergine di oliva, 2 spicchi d'aglio, peperoncino

Lavare e spazzolare se necessario le patate intere con la buccia lavate e la bietola (o cicoria) intera.

Lessare i vegetali in poca acqua salata.

A cottura avvenuta scolare, sbucciare le patate e tagliarle in grossi pezzi, tagliare la bietola in tranci da 3-5 cm.

In una padella capiente scaldare in olio extravergine di oliva l'aglio e il peperoncino, versare le patate e la verdura, saltare a fuoco medio per 10 min.

 

 

ZUPPA DI CAVOLO RAPA

 

 

Dosi per 4 persone: 1 cavolo rapa, ¾ di l di brodo vegetale,

40 g di burro,  40 g di farina,  4 cucchiai di panna, pepe e sale a piacere,

parmigiano a piacere.

 

 

Mettere il brodo sul fuoco.

Lavare, pelare e grattugiare il cavolo-rapa, e aggiungerlo al brodo nella pentola.

Mescolare burro e farina  a crudo e riporli in frigorifero.

Dopo 15 min di cottura a fuoco lento aggiungere l’impasto di farina e burro e portare il tutto brevemente a ebollizione.

Aggiungere la panna e cospargere con foglie di cavolo rapa tritate finemente o con prezzemolo.

Tempo di preparazione: circa 15–20 minuti.

 

 

TORTA RUSTICA DI RADICCHIO

 

Dosi per 4 persone: 1/2 kg di radicchio, 150 gr di ricotta, 50 gr di scamorza affumicata (o pancetta affumicata), 1 uovo, olio extravergine d’oliva, 1 spicchio d’aglio, sale, pepe.


Per la pasta: 250 gr di farina, 1 uovo, 1 tazzina da caffè di olio extravergine d’oliva, ½ bustina lievito per focacce salate (facoltativo), ½ bicchiere d’acqua tepida, 1 cucchiaino raso di sale, 2 cucchiai di latte per spennellare.

 

Per la pasta:

mescolare in una terrina la farina, il sale, il lievito (se utilizzato)

aggiungere l’olio e l’uovo, mescolare con una forchetta

aggiungere l’acqua tepida un poco alla volta finché l’impasto non risulterà omogeneo, di consistenza media e non appiccicoso.

coprire e lasciar riposare mezz’ora al fresco.

Per il ripieno:

lavare e tagliare a strisce di 2 cm circa il radicchio

in una padella rosolare leggermente con l’olio uno spicchio d’aglio tritato

aggiungere il radicchio, salare e stufare per 10 min

togliere dal fuoco, lasciare intiepidire, unire mescolando la ricotta, l’uovo, la pancetta o la scamorza, il pepe macinato.

Stendere metà dell’impasto in una sfoglia molto sottile, adagiare in una tortiera di circa 28 cm facendo trasbordare la pasta,

accomodare il ripieno all’interno, ripiegare i bordi verso il centro e bagnarli con un po’ d’acqua, stendere sopra un disco

appena più piccolo della tortiera, bucare con la forchetta, decorare con eventuali avanzi di pasta e spennellare con latte.

Cuocere in forno per 40 min a 180°. Sfornare e lasciare intiepidire la torta coperta da un panno per mantenerla morbida.

 

 

ZUPPA DI CAVOLO NERO ALLA TOSCANA

 

 

Dosi per 4 persone: 1/2 kg di cavolo nero, 300 g di fagioli cannellini (oppure una scatola da 400 gr), qualche cucchiaio di passata di pomodoro (facoltativo) un porro, una costa di sedano, uno spicchio di aglio, timo, rosmarino, pane casereccio, olio, sale, peperoncino piccante.

 

 

Ammollare i fagioli per una notte, quindi lessarli in un litro d’acqua.

Ridurre a tocchetti il cavolo nero dopo averlo mondato e lavato, poi sbollentarlo per qualche minuto in acqua salata.

Preparare un trito abbondante con il sedano, il porro, l’aglio e rosolare in una casseruola con quattro cucchiai di olio.

Aggiungere il cavolo scolato, poi timo e rosmarino legati a mazzetto.

Girare bene e cuocete per una decina di minuti. Unire 1 litro di acqua calda, salare e insaporire con il peperoncino tritato.

Coprire la casseruola e cuocere la zuppa a fuoco moderato per circa 20 minuti.

 Passare metà dei fagioli al passaverdura, e unirli alla zuppa insieme a

i fagioli interi con la loro acqua di cottura e continuare la cottura per altri 20 minuti.

Poco prima di servire, tostare il pane a fette, disporre nelle fondine e versare sopra la zuppa calda.

Servire subito, con un giro di olio extravergine di oliva crudo.

 

 

IL PORRO, QUESTO SCONOSCIUTO

E’ tanto ricco di sali minerali che si è  arrivati a fare un confronto tra una cura di porri e una cura termale.

Contiene minerali estremamente preziosi: ferro (per i globuli rossi del sangue), magnesio (per i nervi e l’equilibrio generale), silicio (per l’elasticità delle ossa e della pelle), zolfo (contro le fermentazioni putride), sodio (contro le acidità eccessive), potassio (contro gli eccessi di grassi), manganese (coenzima delle diastasi, per la digestione e l’assimilazione), calcio (sistema osseo e metabolismo generale).

Il porro, molto ben fornito di azoto, è un alimento plastico e rigeneratore. La presenza di vitamine (in particolare B e C) spiega la sua utilità per l’equilibrio e la buona nutrizione in generale. Contiene mucillagine e un quantitativo non trascurabile di cellulosa, da cui deriva l’azione benefica che il porro svolge nell’intestino, pulendolo energicamente e lubrificandone le pareti. L’essenza solforata che contiene gli conferisce proprietà antisettiche e diuretiche.

E’ ben tollerato da chi ha la digestione difficile, e per le sue proprietà diuretiche ne traggono grande giovamento gli artritici, i gottosi e gli obesi e coloro che soffrono di affezioni renali, di arteriosclerosi o di calcolosi.  Tonico dei nervi, agisce anche sulle ghiandole surrenali.

(da “Le virtù della frutta e della verdura”, Raymond Dextreit, I Garzanti-Vallardi)

 

Dal punto di vista gastronomico, il porro è una risorsa versatile e inesauribile:

la parte bianca cotta ha gli stessi usi della cipolla novella:  torte salate, zuppe, sughi, contorni;

cruda, può essere affettata sottilmente sulle insalate; la parte verde: lavata accuratamente e bollita a lungo da sola o con altri ortaggi fornisce un ottimo brodo vegetale molto gradito anche ai bambini.

  

TORTA DI PORRI E PATATE AL CURRY

Fai cuocere dolcemente nel latte un paio di porri tagliati a rondelle (lasciando la parte più verde per un eventuale brodo) aggiusta di sale, aggiungi un pizzico di dragoncello, un pizzico di fiore di finocchio, un cucchiaino di curry non piccante.

Aggiungi poi due patate medie tagliate a fette, falle cuocere solo due-tre minuti, regola di sale, copri e lascia raffreddare.

 

Intanto fai la pasta brisée con:  250 g farina (bianca, integrale o mista) ; 50 g di olio oliva; 1 uovo; 1 pizzico di sale; 1/2 bustina  lievito per focacce salate;1/2 bicchiere d'acqua tepida.

 

Impasta il tutto bene, lavora un paio di minuti, fai riposare in frigo una mezz’ora (ma se è ben coperta, la puoi usare anche il giorno dopo). E' una pasta “simpatica” che non si attacca e si lavora bene.

 

Stendi col mattarello una metà abbondante della pasta in modo che trasbordi da uno stampo rotondo di 28 cm ben infarinato con farina o semolino, disponi il ripieno di porri e patate, cospargi con un cucchiaio di parmigiano grattugiato e, se gradito, qualche dadino di altro formaggio.

Ripiega verso l'interno la pasta, bagna la circonferenza con acqua, copri con un altro disco un po' più piccolo, salda i bordi, fai qualche taglietto in superficie.

.Inforna per 35-40 minuti a forno medio. Poco prima di sfornare, se vuoi lucidare la superficie, spennella con del latte.

Servi tiepido, accompagnando con un'insalata di valerianella o di lattughino, e vino bianco fresco frizzante.

 

Le varianti di ripieno sono multiple, quasi infinite.

 

Prova se ti capita: carciofi, aglio novello e zucchine stufati insieme con poco olio, e poi legati con ricotta di pecora e parmigiano.

 

 

 

 

SEMI-CALDO DI MELE

 

Dose per 4 persone:

 

1 kg di mele tipo renette o gold rush

2 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaino di cannella in polvere

30 gr di farina, 30 gr di zucchero, 30 gr di burro

gelato alla vaniglia.

 

Sbucciare e tagliare le mele a piccoli pezzi. Stenderle su un unico strato su una pirofila imburrata, cospargerle con lo zucchero e la cannella in polvere.

In una  ciotola mescolare velocemente con le mani la farina, il burro freddo, lo zucchero fino ad ottenere una pasta da sbriciolare sopra le mele.

Infornare per 40 min a 180°, fino a che la pasta abbia assunto un colore dorato.

Servire subito il dessert caldo accompagnandolo con del gelato alla vaniglia.

 

 

RISO E RAPE


Ingredienti per 4 persone:

 

400 gr. di rape bianche e tenere, 170 gr. di riso, 50 gr. di pancetta, olio,
mezza cipolla o porro, prezzemolo, un litro di brodo bollente, grana padano grattugiato.

Preparazione

Lavare le rape e affettarle sottili; tritare la pancetta con la cipolla, o il porro, e un po' di prezzemolo lavato e soffriggere il trito nell’olio.
Aggiungere quindi le rape, lasciarle insaporire a fuoco basso, e versare un mestolo di brodo. Cuocere una decina di minuti fino a che sono tenere. Unire il rimanente brodo e, appena bolle, mettere anche il riso.
Portare a cottura.

Prima di servire aggiungere ancora un po' di prezzemolo tritato e il formaggio grattugiato.

 

 

RAPE BIANCHE SPADELLATE 

  

Ingredienti per 4 persone:

 

3 rape di media dimensione, con tutte le foglie, 1 peperoncino, 1 spicchio di aglio, olio extravergine e sale.

Preparazione
Lavare bene le rape e togliere le foglie (senza buttarle).
Pulire le foglie buttando quelle più rovinate e tagliarle in 2 o 3 pezzi, a seconda di quanto sono grandi.

Tagliare le rape, prima a spicchi, poi tagliando questi a metà.
Nel frattempo scaldare in una padella grande un po' di olio con l'aglio ed il peperoncino. Quando cominciano a sfrigolare aggiungere le rape a pezzi, e dopo 10 minuti anche le foglie.
Cuocere per altri 10 minuti con il coperchio e se si asciugano troppo aggiungere poca acqua per far terminare la cottura.

Regolare di sale e mettere nei piatti.

 

 

TAGLIATELLE AL FINOCCHIO

 

(Dose per 4 persone)

INGREDIENTI: 1 finocchio da 200gr, 1 cipolla, 4 cucchiai olio extra vergine oliva, 50gr uvetta passa, 50gr pinoli, peperoncino rosso in polvere, 400gr tagliatelle, parmigiano grattugiato (facoltativo).

 

PREPARAZIONE

Mettere a bagno l’uvetta in acqua tiepida

Pulire il finocchio, lessarlo intero per 10 min in poca acqua salata. Scolarlo accuratamente e conservare l’acqua di cottura.

Nel frattempo in un tegame saltare a fuoco medio la cipolla affettata finemente, mescolando spesso con un cucchiaio di legno e perché non attacchi. Quando è bene appassita aggiungere il finocchio tritato, l’uvetta ben scolata, i pinoli. Aggiustare di sale, aggiungere il peperoncino e lasciare sul fuoco ancora qualche minuto.

Aggiungere altra acqua salata all’acqua di cottura del finocchio, portare a ebollizione e cuocere la pasta e condirla in una zuppiera con la salsa ben calda. Aggiungere a piacere il parmigiano.

 

 

Bruschette al cavolfiore

 

(Dose per 4 persone)

INGREDIENTI: 12 fette di pane raffermo, 1 o 2 cavolfiori, Aglio, Olio extra vergine di oliva (meglio se nuovo), Aceto, Sale, Pepe in grani, Peperoncino intero, Rosmarino fresco

 

Prendete i cavolfiori privateli delle foglie, tagliateli a pezzi grandi e fateli bollire in acqua salata fino a farli ammorbidire ma lasciandoli leggermente al dente.

Contemporaneamente pestate finemente in un mortaio 3 cucchiai di pepe in grani, una presa di foglie di rosmarino e 1 peperoncino fino ad ottenere un battuto.

Togliete i pezzi di cavolfiore dall’acqua, asciugateli con un panno e metteteli in un recipiente ampio.

Al cavolfiore aggiungete 2 cucchiai di aceto, il battuto, olio extravergine di oliva e sale fino.

Mescolate bene il tutto fino ad ottenere una mistura omogenea e lasciate riposare 10 - 15 minuti.

Bruscate le fette di pane e sul pane bruscato caldo strofinate leggermente dell’aglio e posate con un cucchiaio il preparato di cavolfiore.

Servite in tavola le bruschette ancora calde.

 

 

Paga fatture on line |Links utili |contatti | privacy | termini & condizioni | area riservata | site map

BIOBOX srl, Via Angelo Ioppi 50, 01100 Viterbo-Italia  -  Tel. 0761346069 - 0761290253  -  P. Iva 01977560562  -  biobox@biobox.it

Copyright 2009, Armando Paparozzi web Master